100% Infos Pompa di calore Svizzera - Capire le sue quotazioni

100% Infos Pompa di calore Svizzera - Capire le sue quotazioni

Vediamo alcune domande da porsi quando si sceglie una pompa di calore in Svizzera?

Come scegliere una pompa di calore?

Quando si tratta di installare un nuovo riscaldatore perché la nostra vecchia caldaia a gas o a gasolio sta per abbandonare il fantasma:

Una soluzione di riscaldamento basata sulle energie rinnovabili è efficiente e consente di beneficiare di un notevole potenziale di energia gratuita.

Molti attori si contendono la posizione nel mercato della ristrutturazione di abitazioni individuali e collettive.

Se utilizzate siti di preventivi online gratuiti, riceverete rapidamente diversi preventivi e sarà vostra responsabilità analizzarli.

Questo articolo si propone di fare luce sui punti più importanti da considerare prima di acquistare la pompa di calore.


Risponderemo a diverse domande che non sono necessariamente organizzate

Ma il contenuto complessivo vi permetterà di trovare tutte le informazioni necessarie per fare la vostra scelta.

Quali tipi di pompe di calore esistono?

Il tipo di pompa di calore più conosciuto in Svizzera è la pompa di calore geotermica.

Il suo principio si basa sullo scambio di calorie tra :

  • Fluido glicolico in circolazione attraverso sonde interrate in profondità
  • E l'acqua dell'impianto di riscaldamento.

Si tratta di uno scambio tra il circuito primario e quello secondario, attraverso uno scambiatore di calore a piastre.

In questo caso, il calore viene estratto dal terreno e poi restituito all'acqua nel sistema di riscaldamento.

La pompa di calore aria-acqua, o pac air water, offre lo stesso principio:

La differenza è che lo scambio avviene tra l'aria esterna e l'acqua dell'impianto di riscaldamento.

Niente più sonde sepolte in giardino.

Questo modello consiste in una semplice unità esterna con ventilatore, che viene spesso collocata nella parte anteriore della casa o in mezzo al giardino.

Il crescente successo della pompa di calore aria-acqua è dovuto al fatto che spesso è più economica della pompa di calore geotermica, poiché non è necessaria una sonda molto costosa.

Esiste anche un modello a pompa di calore aria-acqua per interni: 

In questo caso non c'è nulla di esterno.

Ma dobbiamo riportare l'aria all'unità della pompa di calore, ad esempio attraverso condotti in acciaio zincato o altro materiale.

C'è anche la pompa di calore acqua-acqua:

Prende il calore da una falda acquifera, da un fiume, da un lago o da un'altra fonte e lo reimmette nel sistema di riscaldamento.

È più raro, ma il suo coefficiente di prestazione, o COP, è sempre molto più alto.

Esiste anche la pompa di calore aria-aria:  

Prende il calore dall'aria e lo restituisce all'aria della stanza.

Il suo coefficiente di prestazione è molto più basso.

Questo principio si ritrova nei più comuni sistemi di condizionamento dell'aria (condizionatori reversibili Daikin o altri) presenti nelle abitazioni individuali, negli uffici del settore terziario o negli alloggi collettivi.

Esistono anche molti altri tipi di pompe di calore: si tratta di tipologie meno comuni come la pompa di calore a gas o la pompa di calore stirling.

Una pompa di calore può essere installata in tutti i tipi di sistemi di riscaldamento?

Le pompe di calore di solito forniscono basse temperature dell'acqua per il riscaldamento.

Alcuni possono raggiungere livelli molto alti, ma a scapito del loro coefficiente di prestazione.

Quindi spesso preferiamo rimanere:

  • Verso i 50°C all'uscita della pompa per radiatori a bassa temperatura
  • Oppure tra i 28 e i 35°C per il riscaldamento a pavimento.

Se si dispone di un impianto di riscaldamento a pavimento o di un sistema di distribuzione: 

In questo caso la pompa di calore è perfetta, perché le temperature necessarie sono sempre basse, intorno ai 30°C.

Infatti, poiché le superfici di scambio sono ampie (tutte le bobine che corrono lungo il pavimento), la temperatura richiesta può rimanere bassa.

Se si dispone di un impianto di riscaldamento a radiatori :

Ogni radiatore ha una superficie dimensionata in modo che, con la temperatura dell'acqua fornita dall'attuale caldaia a gasolio o a gas, possa riscaldare l'ambiente in cui si trova.

Se viene superata una temperatura dell'acqua più bassa, il sistema fornisce comunque energia termica.

Tuttavia, questo è minore e c'è il rischio che l'ambiente in questione non venga più riscaldato.

A meno che il radiatore in questione non sia sovradimensionato.

Nella maggior parte dei casi, la superficie non sarà sufficiente a riscaldare l'ambiente.

In questo caso potrebbe essere necessario modificarlo.

Se richiedete una sovvenzione, è certo che dovrete modificarla perché lo Stato vi chiederà informazioni.

È opportuno installare radiatori a bassa temperatura, dimensionati in base a ciascun locale.

Se necessario, è bene effettuare una valutazione termica della casa.

Se avete radiatori in acciaio che funzionavano a 70 o 80°C, è improbabile che il funzionamento a 50°C sia sufficiente.

Dovranno quindi essere modificati.

Se l'installatore della pompa di calore vi dice il contrario:

Questo perché intende far funzionare la pompa di calore al suo massimo potenziale, a scapito del suo coefficiente di prestazione, o COP.

O, peggio, ha intenzione di mettere la resistenza elettrica e voi avrete in cambio un riscaldamento elettrico: COP = 1, inutile.

Se si dispone di radiatori in ghisa, è più probabile che una temperatura di 50°C sia sufficiente a portare la potenza termica in ogni stanza.

Non è sempre così e solo una valutazione termica può dirlo (a differenza di una valutazione energetica di tipo CEBS).

Quanto pagherò di elettricità?

Il consumo energetico della pompa di calore proviene in parte dall'aria, dalla terra o dall'acqua e in parte dalla rete elettrica. Il coefficiente di prestazione o COP della macchina scelta indica quanti kW vengono prelevati dalla fonte libera e quanti dalla rete.

Per un COP di 5, ciò significa che per 1kW prelevato dal fornitore di elettricità, la pompa di calore produce 4kW di energia termica per l'abitazione. In confronto, un riscaldatore elettrico diretto preleva 1kW dalla rete e restituisce 1kW alla rete (con la stessa efficienza), cioè un COP di 1 in teoria.

Se si installa solo una pompa di calore e non si cambia nient'altro nella casa (isolamento, finestre, ecc.), si può stimare il consumo convertendo il consumo di combustibile fossile o di energia elettrica in kWh elettrici, quindi utilizzando i dati COP del fornitore e infine il prezzo corrente del kWh.

Ad esempio, 1000 litri di olio combustibile rappresentano circa 10 volte il kWh elettrico. Si tratta di 10 000 KWh. Se il COP è 3, allora consumerete 10 000 / 3 o 3333kWh circa, quindi al prezzo di 0,20 cts per kWh, la vostra bolletta sarà di 3333 / 5 = 660 franchi circa. Utilizzate il nostro bellissimo convertitore realizzato in Vue.js per effettuare i vostri calcoli.

La pompa di calore può produrre acqua calda sanitaria?

Le soluzioni sono diverse e dipendono dal sistema della pompa di calore.

Ci sono vantaggi e svantaggi nel produrre acqua calda sanitaria direttamente con la pompa di calore che già si occupa del riscaldamento.

Le pompe di calore per il riscaldamento possono anche riscaldare l'acqua calda sanitaria:

Ciò richiede l'installazione di una valvola a 3 vie nel sistema che indicherà al circuito di commutare su riscaldamento o acqua calda.

Nella maggior parte dei casi l'acqua calda viene immagazzinata in un serbatoio per l'acqua calda sanitaria.

Il riscaldamento avviene tramite uno scambiatore di calore a piastre in cui circola l'acqua riscaldata dalla pompa.

Perché non si fa la doccia direttamente con l'acqua creata dalla pompa di calore.

Il vantaggio di produrre acqua calda sanitaria direttamente con la pompa di calore è che si dispone di un unico sistema per il riscaldamento e l'acqua calda.

La soluzione è meno costosa.

Lo svantaggio è :

  • Che ci ritroviamo con una pompa di calore che funziona in estate per produrre acqua calda.
  • E che possono fare un po' di rumore su una terrazza o altrove, a causa della ventola o del compressore.

Dipende dal modello.

Abbiamo quindi un prodotto chiamato pallone termodinamico, talvolta chiamato boiler pac.

Si tratta di una mini-pompa di calore innestata su un serbatoio di acqua calda sanitaria.

Questa mini-pompa di calore funziona in modo indipendente dalla pompa di calore principale.

E tutto è all'interno, quindi niente più rumore.

Lo svantaggio di questo secondo sistema è

  • che il locale in cui si trova il serbatoio dell'acqua calda sia raffreddato, poiché deve essere prelevato calore per riscaldare l'acqua.
  • E che questi serbatoi sono meno durevoli delle grandi pompe di calore.

La scelta deve essere fatta tra il comfort uditivo esterno e la durata del materiale.

Una pompa di calore a sorgente d'aria funziona in condizioni di freddo intenso?

Per la pompa di calore aria-acqua, quando fa molto freddo, con temperature inferiori a -10°C, la questione si complica.

Perché c'è meno energia nell'aria.

Di conseguenza, la pompa consumerà più energia per cercare di produrre la temperatura necessaria a riscaldare la casa.

Il coefficiente di prestazione o COP si riduce drasticamente.

Un installatore, o talvolta direttamente un fornitore, vi venderà un modello a 4 COP:

Ma a -10°C all'esterno, con una temperatura dell'acqua in uscita dalla pompa di calore di 50°C, il COP sarà di circa 2 o 2,3.

Questo dato va messo in prospettiva, perché anche se nella vostra regione fa molto freddo, è molto raro che ci siano -10°C o meno per diversi giorni senza interruzioni.

Nella maggior parte dei comuni la temperatura media annua è di circa 5°C, quindi tutto va bene.

Alcuni modelli di pompa di calore dichiarano prestazioni COP pari a 3 a -25°C!

Vale la pena di chiarire questo punto con il fornitore o con il suo team tecnico.

Ho bisogno di un contratto di manutenzione per la pompa di calore?

La pompa di calore è come un'automobile.

Esiste un servizio da eseguire ogni X ore di funzionamento del compressore.

Altrimenti, a poco a poco, tutto crolla.

I coefficienti sono pessimi, la bolletta energetica sale alle stelle, finché non si rompe.

Programmando una visita del tecnico dopo i primi due anni e successivamente ogni due anni, si può essere certi che la macchina sia in regola.

Tuttavia, se il vostro fornitore è qualificato.

Le grandi aziende locali sono talvolta in grado di inviare a casa vostra squadre incompetenti.

E si finisce per pagare bollette incredibili che vanificano gli sforzi quotidiani per risparmiare energia.

Qual è il principio fisico alla base della pompa di calore?

La pompa di calore è semplice: è come un frigorifero che funziona al contrario.

Un frigorifero preleva il calore dal cibo e lo restituisce all'aria della casa.

Sì, perché il condensatore sul retro ridistribuisce il calore prelevato dal cibo all'aria della casa, anche se non si sente il riscaldamento dietro il frigorifero.

La pompa di calore non preleva il calore dagli alimenti, ma dall'aria esterna.

Sì, perché anche quando fa molto freddo e la temperatura esterna è molto bassa, c'è calore o meglio energia nell'aria esterna.

E poi lo restituisce all'acqua della rete di riscaldamento (o all'aria ambiente della casa, se si tratta di aria).

Ma come fa la pompa di calore a prelevare il calore dall'aria esterna? Contiene un refrigerante!

Quest'ultimo ha la proprietà di assumere il calore dell'ambiente in cui si trova quando evapora.

Deve quindi essere evaporato all'esterno, in modo da assumere il calore dell'aria.

Per farlo evaporare, lo porteremo alla pressione che desidera, grazie a un regolatore.

Vuole una pressione diversa per ogni temperatura in cui si trova all'esterno, quindi dobbiamo regolarla.

A questo punto, il calore dell'aria esterna viene trasferito al nostro refrigerante o rigenerante.

Ora dobbiamo riprenderlo e restituirlo al sistema di riscaldamento. Come possiamo farlo?

Questa volta il fluido deve essere condensato perché la condensazione è una reazione che restituisce calore al suo mezzo.

Quindi dobbiamo condensarlo al livello dell'acqua della rete.

A tal fine si utilizza un condensatore attraverso il quale passa la corrente.

Allo stesso modo, la pressione sarà regolata in modo da condensare alla giusta temperatura.

A questo scopo si utilizza un compressore.

Deve essere condensato alla temperatura desiderata per l'acqua di riscaldamento.

Circa 50°C per un radiatore ad acqua convenzionale e 30°C per il riscaldamento a pavimento.

Come possiamo ottenere l'autoconsumo con la pompa di calore?

L'autoconsumo è quando si consuma ciò che si produce o si produce ciò che si consuma.

È davvero molto difficile da ottenere.

Per diventare autosufficienti e consumare la propria elettricità, è necessario utilizzare, ad esempio, i pannelli solari fotovoltaici.

Parte della loro corrente elettrica sarà utilizzata per alimentare la pompa di calore.

Per un edificio di nuova costruzione che punta a un basso consumo energetico, vale la pena di prenderlo in considerazione per il vostro lavoro.

Anche per una ristrutturazione è interessante, anche se meno facile.

Il regolatore della pompa di calore deve disporre di una funzione denominata PV Ready.

In modo che rilevi la presenza di produzione e utilizzi l'energia per il funzionamento.

Un aspetto fondamentale è che il sole è presente soprattutto quando il riscaldamento è meno necessario.

In estate, ad esempio, o durante il giorno, quando la maggior parte delle persone è al lavoro!

È quindi interessante pensare di immagazzinare l'energia solare prodotta durante il giorno con delle batterie.

Tuttavia, nel 2020 è ancora costoso rispetto ai risparmi che si possono ottenere.

Devo isolare dall'esterno prima di installare una pompa di calore?

Non necessariamente, ma è comunque consigliato.

Riscaldare uno scolapasta, con un sistema all'avanguardia, è un po' un peccato.

Ma non tutti possono permettersi di fare tutto.

Pertanto, isolare per primi è una mossa intelligente, in quanto riduce la potenza richiesta dalla pompa di calore per riscaldare l'abitazione.

Per isolare la casaun isolamento per le pareti e un isolamento per il tetto sono sufficienti.

Con una piccola quantità di lana di vetro o di roccia, o con il materiale più recente se potete permettervelo.

Assicurarsi che l'installatore faccia attenzione a ridurre i ponti termici.

Ad esempio, isolando il tetto dall'interno tra le travi si creano ponti termici non sempre salutari per la struttura.

Questo può creare una certa condensa e far marcire i materiali.

Quanto costerà l'installazione della mia pompa di calore?

Oggi, un'installazione completa con acqua calda sanitaria, utilizzando una pompa di calore aria-acqua, costa circa 30.000 o 35.000 franchi, tutto compreso.

Alcune aziende straniere stanno praticando prezzi inferiori e abbassando il livello generale.

Molti fattori umani e industriali influenzano la prezzo di una pompa di calore

Per l'installazione di una pompa di calore geotermica con acqua calda sanitaria, è necessario pagare 25.000 franchi in più per la perforazione e l'installazione delle sonde geotermiche da parte di un perforatore accreditato.

Posso dimensionare la mia pompa di calore da solo?

Sì, il vostro installatore di solito si affida al suo fornitore per fare i calcoli.

Ma il calcolo è semplice e, se avete ancora qualche nozione dei vostri anni giovanili, potete farlo da soli.

Troverete tutti i calcoli da fare sui fogli a questo link.

Le formule possono sembrare impressionanti, ma se si legge un po', è più semplice di quanto sembri.

Quindi, se sapete contare, dovreste essere a posto.

Chi deve installare la mia pompa di calore?

È ragionevole che l'azienda in questione abbia almeno un tecnico frigorista, poiché l'installazione di una pompa di calore richiede davvero questa competenza.

Un idraulico non ha familiarità con i sistemi di refrigerazione e si affiderà maggiormente al suo fornitore per aiutarvi, magari allungando i tempi di riparazione del problema.

Posso far funzionare la mia pompa di calore di notte?

Se è abbinato a un impianto fotovoltaico, è meglio farlo funzionare di giorno per sfruttare l'energia solare.

Nel caso di una pompa di calore aria-acqua da esterno, il funzionamento notturno della pompa di calore provocherà un rumore all'esterno, che non è ideale per i vicini.

Il rumore di una pompa di calore è da prendere in seria considerazione in quanto è altamente controllata dai comuni.

Se non avete pannelli solari, potreste voler utilizzare le tariffe di picco o fuori picco e quindi funzionare di notte per pagare meno.

Tuttavia, i fornitori di energia elettrica offrono già tariffe speciali più basse per le pompe di calore, il che rende questa ipotesi non valida.

Chiedete al vostro installatore per maggiori informazioni.

Come si riscalda la piscina con una pompa di calore?

Oggi la maggior parte dei produttori offre sistemi che consentono di riscaldare la piscina con la stessa macchina che si occupa del riscaldamento e dell'acqua calda sanitaria.

Questi impianti possono essere un po' costosi da installare, ma fanno poco rumore per svolgere la loro funzione.

Esiste anche un tipo di pompa di calore per piscine a basso costo, leggera e dedicata esclusivamente alle piscine.

Queste macchine sono generalmente ad alto consumo poiché devono riscaldare un grande volume d'acqua attingendo calorie dall'aria.

Inoltre, fanno rumore, e nel cantone di Vaud, nel Vallese o a Ginevra, è molto controverso, molto regolamentato e terribilmente temuto.

Ho visto che nel mio preventivo c'era un serbatoio tampone, ma cos'è un serbatoio tampone?

Come suggerisce il nome, funge da cuscinetto tra la pompa di calore e l'acqua calda della rete di riscaldamento, che passa in particolare attraverso i radiatori.

I professionisti qualificati calcolano sempre un serbatoio tampone in base al vostro caso specifico.

Perché installare un serbatoio tampone? Se avete dei radiatori, dovete sapere che il volume d'acqua che li attraversa è molto ridotto.

Quando è necessario riscaldare la casa, la pompa di calore deve entrare in funzione per riscaldare il volume d'acqua che scorre nei radiatori.

Tuttavia, è così piccolo che la pompa di calore lo riscalderà molto rapidamente, forse in pochi minuti.

A quel punto la domanda verrà meno e la pompa di calore si fermerà. Il compressore si ferma.

Ma poi il fabbisogno ritorna abbastanza rapidamente quando il calore viene restituito all'abitazione.

Quindi bisogna riaccendere la pompa di calore e il compressore e così via...

Il compressore odia questi avvii fastidiosi e può risentirne.

Per questo motivo, per ogni richiesta di riscaldamento, un intero volume d'acqua sarà riservato al riscaldamento.

Per mantenere la pompa di calore in funzione per un tempo minimo, il tempo necessario per riscaldare questo volume.

L'acqua calda per il riscaldamento viene quindi prelevata da questo serbatoio, prima di riaccendere il compressore.

Di solito ha una capacità di 200 o 300 litri.

Conclusione

In conclusione, se volete cambiare il vostro sistema di riscaldamento, l'installazione di una pompa di calore è una soluzione valida.

Si consiglia di discutere il principio di funzionamento con l'installatore.

E controllare attentamente il dimensionamento in modo che il consumo di energia rimanga il più basso possibile.

Non dimenticate di verificare la potenza termica dei vostri radiatori in base alla loro superficie e alla temperatura dell'acqua che vi entra.

A seconda del modello scelto, la macchina sarà più o meno rumorosa: verificare che la pressione sonora a una distanza di 3 o 4 metri non superi i 25 o 30dBA.

I modelli di pompa di calore ad alta temperatura sono una cattiva soluzione

Perché questo significa installare una pompa di calore su radiatori che necessitano di una temperatura elevata.

Quindi state mettendo il carro davanti ai buoi.

Innanzitutto, prevedete di isolare la facciata dall'esterno o di isolare il sottotetto.

E poi cambiate le finestre, ad esempio, poi mettete una pompa di calore con radiatori a bassa temperatura o un riscaldamento a pavimento.

Per la produzione di acqua calda sanitaria scegliete tra :

  • Lo scaldabagno termodinamico che raffredda l'ambiente e fa rumore
  • E la produzione di acqua calda direttamente integrata con la pompa di calore per il riscaldamento.
it_ITItalian